Articoli

AMICHEVOLE 28-11-21 AIR SHOOTING SHOOTING ACADEMY

Con questo primo incontro si è finalmente concretizzato un solido legame tra la nostra Associazione e ASD shooting Academy di Busto Arsizio, due associazioni le cui finalità sportive non sono le stesse in quanto noi pratichiamo primariamente il Bench Rest 25 mt mentre loro operano con ottimi risultati praticando la disciplina classica del C10, la domanda quindi sorge spontanea cosa unisce le nostre realtà?

L’ente di Promozione Sportiva è sicuramente il motivo predominante può sembrare banale a prima vista ma in realtà non lo è, infatti l’adesione ad ASC ha voluto testimoniare una netta presa di distanze da tutti gli Enti di promozione sportiva che nel panorama Nazionale campeggiano in forma predominante in questa attività sportiva, costringendo le Associazione ad assoggettarsi a regole e comportamenti che non sempre rispecchiano i valori in cui noi fortemente crediamo come Lealtà Sportiva ;Spirito di Inclusione.

La giornata si è articolata fin dalle primissime ore del mattino nonostante le rigide temperature tipiche del periodo ed hanno visto salire alle postazioni di tiro ben 37 atleti afferenti alle due Associazioni. Vargiu Brian 11 anni il tiratore più giovane mentre Clemente Antonino chiudeva la categoria degli Over 60 dall’alto dei sui 76 anni, entrambi agonisti di Air Shooting testimoniano che questa attività è praticabile a tutte le età e può regalare grandi soddisfazioni.

gli atleti si sono confrontati in due schieramenti divisi per età e attrezzatura under 50 e over50 utilizzando tutte le carabine libera vendita dotate di ottica ad ingrandimenti fissi o variabili oppure dotate di diottra.

tra i tanti tiratori non sono passati inosservati alcuni nomi appartenenti al panorama di tiro Nazionale e internazionale

Riccardo Armiraglio, 20 anni nato a Busto Arsizio, è da poco entrato a far parte della Polizia di Stato, nel gruppo sportivo Fiamme Oro. campione italiano Juniores di Carabina 3 Posizioni

Mirian Schiava atleta dell’Esercito Miriam Schiava ha ottenuto la medaglia ai Campionati europei di tiro a segno. Dal 22 al 28 febbraio il poligono ungherese di Gyor ospiterà l’edizione 2016 dei Campionati europei a 10 metri. Oltre ai titoli europei, g

Maria Schiava, titolo assoluto di Campionessa Italiana miglior tiratrice 2013 Carabina Sportiva a Terra 50 mt; Carabina ad aria compressa 10 mt; Carabina tre posizioni 50 mt; e medaglia di bronzo campionati Europei di mosca nel 2014

Gara di Natale Sezione Giovanile 12/12/2021

Si è disputata in data odierna la tradizionale gara di Natale della Sezione Giovanile, che segna di fatto la conclusione delle attività agonistiche dell’anno in corso. Purtroppo le iscrizioni sono state scarse rispetto allo standard degli anni precedenti pre COVID in quando si sono avvicendati 6 tiratori sui 19 complessivi iscritti all’associazione, ma in compenso è stata registrata un’alta gestione della tecnica sia di tiro che emotiva.

Forse la chiave di lettura di una così bassa adesione è da ricercarsi nella mancanza di frequentazione assidua agli allenamenti settimanali causata proprio dalla situazione Covid, non ancora completamente sotto controllo a livello Nazionale. Speriamo quindi di rivedere presto tutti i nostri giovani Agonisti tornare alle consuete sessioni di allenamento.

Cronaca della giornata: da subito si palesa un problema tecnico alla carabina di Andrea con il blocco bombola della sua air Arms MPR Precision che gli determina lo spostamento in seconda batteria dandogli così il tempo di cercare di risolvere il problema tecnico. La gara inizia quindi regolarmente alle ore ore 9.00 in linea Vittoria; Tommaso e Aniela l’obbiettivo realizzare due cartelli in 40 minuti cercando di avvicinarsi quanto più possibile alla soglia massima dei 320 punti.

Giusto il tempo di preparare la nuova batteria con la sostituzione dei bersagli e la seconda batteria è formata da Andrea, Sara e Daniela durante la prima manche la carabina di Andrea sembra sia stabile e performante ma purtroppo a metà del secondo cartello la carabina ha un cedimento improvviso che lo costringe purtroppo all’abbandono prima di terminare la gara.

Daniela, una ragazzina davvero intraprendente con un forte spirito competitivo è l’ultima arrivata in squadra e dovrebbe perciò gareggiare con il bersaglio posizionato a 10 mt ma per nulla intimorita ha comunque deciso di rinunciare alla sua opzione 10 mt per cimentarsi all’insidiosa distanza dei 25 mt. dando prova di spirito sportivo e alta competitività, l’esito non è ovviamente dei migliori ma riceve comunque la stima di tutto il gruppo.

Alle 11,30 conclusa la gara e fatti punteggi, vengono premiati i prim tre classificati con un cesto natalizio e panettone e spumante per gli altri partecipanti

https://fb.watch/9RWld3UlGP/

link pagina ufficiale F.B. Poligono Air Shooting qui trovate tutte le fotografie e i filmati riferiti

Punteggi finali

Tommaso 149.5 /149.2 =298.7 I° classificato

Sara 132.1 /141.2 = 273.3 II^ classificata

Vittoria 130.1 /136 =266.1 III^ classificata

Aniela 137.1/122 0259.1

Andrea 142.2/00 =142.2

Daniela 102.0/97= 199.0

FESTA DELLO SPORT 2021

SCOPRI IL TUO SPORT  in compagnia delle associazioni dimostrazioni delle società sportive conferenze e stage.
CENTRO SPORTIVO COMUNALE – VIA AGNESI  18-19 SETTEMBRE PROGRAMMA

SABATO 18 SETTEMBRE – LO SPORT PER TUTTI
Ore 9.00 – Centro Sportivo “Trofeo Manfredini” a cura di Aurora Desio Calcio 1922
Ore 14.30 – Piazza Don Giussani – Raduno Associazioni Sportive
Ore 15.15 – Partenza 3° Edizione SportRun “Corri al Centro” – Intrattenimento musicale a cura della Ciaparat Street Band
Ore 16.15 – Momento istituzionale “Omaggio alla squadra nazionale di ginnastica ritmica medaglia di bronzo alle Olimpiadi Tokio 2021”
Dalle 16.30 – Centro Sportivo – Apertura della Festa dello Sport promozione e dimostrazioni delle società sportive desiane
• Seminario di Karatedo “Acqua e Vento” a cura K.c.K. Desio, rivolto a tutti i praticanti di arti marziali con la presenza del Maestro Daniele Boffelli
• Una giornata al camp a cura di Brianza Tornei Tiki Camp
• Ore 18.00 – Tavola Rotonda “Lo sport per tutti” a cura della Rete del progetto TIKITAKA Equiliberi di Essere

DOMENICA 19 SETTEMBRE – LO SPORT E I CAMPIONI DI OGGI E DI IERI
Dalle 9 alle 19 – Promozione e dimostrazioni delle società sportive desiane
• Seminario di Karatedo “Acqua e Vento” con il Maestro Didier Lupo a cura del K.c.K. Desio
• Gara di tiro carabina aperta a tutti a cura ASD Air Shooting Desio
Ore 9.30 – Corsa non competitiva  5 km aperta a tutti (gadget braccialetto ai primi 100) a cura di Runners Desio e Atletica Desio
Ore 11.00 – Momento istituzionale “Omaggio a Luigi Arienti” – Medaglia d’oro inseguimento a squadre Olimpiadi Roma 1960
Ore 18.00 – Momento istituzionale “Omaggio a Gabriele Oriali” – Team Manager della Nazionale Italiana di Calcio campione d’Europa

Obbligo Green Pass per l’accesso al Centro Sportivo Comunale (esclusi minori anni 12)

Esportazione armi ad aria compressa, siamo certi di sapere come si fa ?

Esportazione armi ad aria compressa, siamo certi di sapere come si fa ?

La normativa che liberalizza le armi ad aria compressa con energia alla bocca inferiore a 7,5 J è sicuramente di grande aiuto per noi tiratori sportivi.

Poter acquistare, detenere trasportare ed usare senza alcun titolo di polizia le nostre armi ad aria è un bel vantaggio che ovviamente ha contribuito alla grande espansione del tiro a 10m.

Pochi tuttavia sanno che se è così facile gestire queste armi all’ interno dei confini dello Stato non è altrettanto facile quando queste armi vanno portate (o meglio trasportate) all’ estero per partecipare ad esempio ad una gara o per degli allenamenti.

Tanti, tantissimi pensano che essendo queste armi libere in Italia ed in Europa esse possano essere tranquillamente portate come bagaglio a seguito come fossero un paio di sci o un arco.

Questo purtroppo non corrisponde al vero, ed è questo un equivoco che rischia di portare su degli inconsapevoli tiratori serie conseguenze penali.

Le armi a modesta capacità offensiva infatti (per capirci tutte le nostre C10 e P10, escluse solo quelle d’annata che sono ancora considerate alla stregua di armi da fuoco) per essere esportate anche temporaneamente, per partecipare a competizioni ad esempio , devono purtroppo seguire il medesimo iter autorizzativo delle armi da fuoco.

Lo stabilisce la Circolare 557/B.9396-10175(1) del 6 agosto 2008 – Esportazione armi liberalizzate questo in pratica vuol dire che per portare una C10 all’ estero occorre che la stessa sia “caricata” su una Carta Europea per Armi da Fuoco (Firearm pass) , cosa che comporta il possesso di un regolare PdA , oppure che l’esportazione sia esplicitamente autorizzata dalla Questura di competenza.

Sembra un aspetto trascurabile, ma in realtà chi esportasse un arma fuori dai confini senza tenere conto di queste prescrizioni rischia pesante.

In caso di controllo nel paese estero infatti l’arma in questione sarebbe sequestrata e il tiratore denunciato e processato per direttissima per importazione abusiva di arma, dopodiché espulso… salvo ovviamente subire analogo processo penale in Italia per “esportazione” abusiva di arma a modesta capacità offensiva.

Per chi volesse approfondire segnalo questo interessante post del Giudice Mori.

http://www.earmi.it/diritto/leggi/aria1.html